Visionaria: un luogo di confronto e di crescita sui temi della sostenibilita’ e dell’innovazione, guardando con ottimismo al futuro

Quando abbiamo ideato “Visionaria” stavamo uscendo dal lockdown e c’era una grande voglia di tornare in presenza e di confrontarsi sulla improvvisa accellerazione verso il digitale e sui radicali cambiamenti imposti alle nostre vite, rapidamente diventati quotidianità.
Oggi siamo alla terza edizione di quella che è diventata in poco tempo la più importante e caratterizzante manifestazione della Camera di Commercio Chieti Pescara. “
Sosteniamo lo sviluppo” è il claim di quest’anno e filo conduttore della programmazione quinquennale approvata dai nuovi organi camerali. Continuità con le precedenti edizioni, grazie ad un format innovativo da subito apprezzato, ma anche novità e nuovi stimoli per arricchire il dibattito nel territorio sui temi della sostenibilità, dell’energia e della digitalizzazione, favorire il confronto di idee e lo sviluppo di start-up, creare occasioni di incontro tra imprese e fornire elementi di approfondimento e conoscenza anche per i più giovani.

La prima giornata (il 22 novembre) è incentrata nella mattinata sulla tavola rotonda, a cui parteciperanno autorevoli esperti e docenti universitari, dal titolo “transizione energetica: a che punto siamo”, che dà continuità al dibattito sviluppatosi lo scorso anno. Sarà moderata dal giornalista Massimo Cerofolini, che conduce su Radio1 Rai un programma dedicato agli impatti delle tecnologie sulla nostra vita e che interverrà poi al laboratorio sull’etica dell’intelligenza artificiale curato da The Vortex. Il pomeriggio si terrà la premiazione del Premio “Visionaria”, rivolto alle migliori start-up e idee di impresa più innovative che sono state selezionate nelle competizioni che si svolgono in regione (Cambiamenti di CNA Abruzzo, Innovazioni di Confindustria Chieti Pescara, Oscar Green di Coldiretti e Start Cup Abruzzo).

La mattinata della seconda giornata (giovedì 23 novembre) è dedicata ai giovani, con il “circolo dei visionari”, attraverso testimonianze e storie curate dal giornalista e storyteller Luca Pagliari e con il “Premio storie d’alternanza e competenze” rivolto agli studenti delle scuole superiori. Il pomeriggio l’Export Flying Desk Abruzzo – special edition, durante il quale saranno illustrate le opportunità di business in alcuni Paesi della macroarea Adriatico Ionica in collaborazione con ICE Agenzia e la presenza di alcuni direttori degli uffici esteri. Seguirà la tappa del “Giro d’Italia delle donne che fanno impresa”, organizzata in collaborazione con Unioncamere, con esperti e testimonial, per fare il punto sul rapporto tra imprenditrici e innovazione e sugli incentivi disponibili per lo sviluppo di nuove tecnologie.

La terza giornata (venerdì 24 novembre) è tutta dedicata a SMAU, per la prima volta in Abruzzo in forza di una collaborazione con l’ente camerale, che ha portato già imprese del territorio, supportate dalla nostra azienda speciale Agenzia di Sviluppo a partecipare, con ottimi riscontri alle manifestazioni di Milano, Parigi e Londra: SMAU Live Show su sfide ed opportunità derivanti dal paradigma Open Innovation, su quelle legate alla rivoluzione green e sulla Manifattura 4.0, alternate a due tavoli di lavoro su modelli e approcci per strategie smart nel settore manifatturiero e su sostenibilità e innovazione come chiavi per una nuova transizione ecologica. E in parallelo a quello che si svolgerà nella sala principale, si terranno vari laboratori, sia dedicati a imprese e start-up sia a giovani, in cui si parlerà di intelligenza artificiale (declinata su più aspetti quali etica, creatività e diritto d’autore, internazionalizzazione), comunicazione d’impresa, energie rinnovabili e smart cities, blockchain, i social per il business.

Ci sarà uno spazio permanente, lanciato lo scorso anno per prima volta, “Vision Art”, una esposizione guidata sulle tecnologie intelligenti a servizio di artigianato e industria, nella quale si potranno osservare stampa 3D a grandi dimensioni, realtà virtuale, prototipazione e modellazione 3D, sensoristica, affective robotic, etc. Altro momento caratterizzante Visionaria sin dalla prima edizione l’hackathon, che quest’anno avrà come azienda madrina la Xera srl, mirato a sviluppare soluzioni creative rispetto al tema posto ai giovani partecipanti dall’azienda stessa. La premiazione della migliore soluzione emersa dall’hackathon chiuderà l’edizione 2023. Siamo orgogliosi di questa nostra idea e dell’evento annuale che ne è nato come appuntamento atteso e stimolante che continua a svilupparsi ed a crescere negli anni e che intende coinvolgere tutti coloro che hanno la mente aperta, guardano al futuro e si sentono visionari e innovativi.

Michele De Vita
Appassionato di musica, arte e viaggi. Born to run. Il mare, il mio elemento naturale.

Leggi anche