In Primo Piano

di Maura Di Marco, responsabile ufficio comunicazione e addetta stampa Camera di commercio Chieti Pescara

Abruzzo, un viaggio ad occhi aperti

Che bello l’Abruzzo che si legge in queste pagine fatto di fatica e sudore, speranze e risultati di imprese nel settore turistico. Una carrellata delle migliori esperienze del territorio, condita con dei focus sulle strategie che la Camera di commercio Chieti Pescara sta portando avanti.

Bit Milano 2024La promozione turistica è una delle mission dell’ente e, tra le attività messe in piedi, molte stando dando i primi risultati. Un pizzico di orgoglio aleggia tra le parole del vice presidente Legnini quando apprende, lo leggeremo nella sua intervista, che la Costa dei Trabocchi sta scalzando alcuni dei primati dello sperone di Italia, il Gargano, grazie ad una mobilità alternativa interna più efficiente ed alla forza e determinazione delle comunità locali, composte da giovani che decidono di rimare ed investire sul territorio. Ed è per questi giovani che il presidente della Camera di commercio Chieti Pescara Gennaro Strever desidera creare le condizioni per una offerta turistica di qualità, premiando la trasparenza e gli investimenti.
Un conto è creare posti letto, un altro è fare accoglienza.

Buona lettura.

P.S. La copertina è a cura di Simona Versi, giovane talento che ha deciso di studiare ed investire in Abruzzo, iscrivendosi alla Scuola Comics di fumetti, alla quale abbiamo affidato la realizzazione delle copertine del giornale del 2024. In questo momento di grade tensione in cui la fantasia sembra essere minacciata dall’intelligenza artificiale, richiamiamo a gran voce la forza delle mani, del tratto e della libertà di immaginare che supera tutti i confini nel viaggio più bello che ci sia.

L’illustrazione del mese

Simona Versi

Illustrazione di Simona Versi Illustratrice di Foggia, ha iniziato da autodidatta, e ha approfondito le sue conoscenze grazie alla Scuola Internazionale di Comics di Pescara. La vittoria al concorso Calendart Buffetti ha dato inizio alla sua carriera da illustratrice, perseguita con pubblicazioni e collaborazioni con piccole aziende, attualmente insegna questa meravigliosa forma d’arte e si dedica con entusiasmo alla sua linea di prodotti illustrati.

Maura Di Marco

Mi chiamavano la bambina dei “perché”. Molto curiosa ed attenta ad ogni sfumatura, cerco sempre di andare a fondo delle cose. Solo così mi sento in un “imperfetto” equilibrio con il mondo e la cosa mi piace tanto.

Leggi anche