I nuovi confini del Premio Phenomena: l’imprenditoria femminile e lo scenario orientale

[et_pb_de_mach_post_meta display_inline=”on” _builder_version=”4.17.3″ _module_preset=”default” meta_item_font=”Font testo|600|||||||” meta_item_font_size=”16px” global_colors_info=”{}”][et_pb_de_mach_post_meta_item label_name=”Postato il ” link_item=”off” post_date_custom=”d M Y ” _builder_version=”4.17.3″ _module_preset=”default” meta_item_font=”Font testo||||||||” global_colors_info=”{}”][/et_pb_de_mach_post_meta_item][/et_pb_de_mach_post_meta]

Il Premio Phenomena nasce per dare risalto a donne straordinarie che hanno dato vita a un cambiamento, riuscendo dove altri non sono riusciti o raggiungendo risultati ritenuti impossibili.

Non deve meravigliare, dunque, se lo stesso Premio è animato da forze in continua evoluzione, alla costante ricerca di nuovi traguardi.

Per chi non lo conoscesse, Phenomena è il primo e unico salone espositivo italiano riservato all’imprenditoria femminile del Sud che nasce nel 2021 dalla collaborazione tra IFTA – Independent Fashion Talent Association e Agenzia di Sviluppo  ed è divenuto negli anni un progetto concreto grazie al fondamentale intervento di Regione Abruzzo, Agenzia ICE, Assocamerestero, Camera di Commercio di Chieti Pescara, Camera di Commercio del Gran Sasso d’Italia e Comune di Pescara. Ogni anno vengono premiate le migliori idee imprenditoriali dei settori Food, Fashion e Design, oltre a diverse figure femminili di spicco che si sono distinte in ambiti differenti, dalla cultura all’economia.

La terza edizione ha portato con sé novità salienti, a partire dall’abbinamento a Mediterranea, la storica iniziativa della Camera di Commercio Chieti Pescara giunta alla sua 37ma edizione, ma il vero cambiamento potrebbe arrivare dal confronto avviato con uno degli ospiti internazionali presenti a Pescara lo scorso luglio.

La congiuntura favorevole è nata dalla presenza di Davide Fantoni, Segretario Generale della Camera di Commercio Italiana in Giappone, e dalla contestuale presentazione del piano strategico di accompagnamento ad EXPO Osaka 2025 della Regione Abruzzo.

Colpito dalla potenza comunicativa del Premio Phenomena, Davide Fantoni ha fornito alcuni spunti concreti per ospitare l’evento a Tokyo ed è già in atto la fase di brainstorming per giungere alla formula definitiva da proporre agli stakeholder di entrambe le parti e, successivamente, alle imprese.

Sicuramente si tratta di un obiettivo ambizioso perché il Giappone è sotto pressione a livello internazionale a causa della disuguaglianza di genere nella vita lavorativa oltre che pubblica. Qualcosa però sta cambiando e lo dimostra il recente annuncio del primo ministro giapponese Fumio Kishida di voler favorire entro il 2030 l’inserimento di donne in circa un terzo delle posizioni dirigenziali delle principali aziende.

Legare la nascita di una edizione internazionale del Premio Phenomena al Giappone sarebbe un messaggio potente da portare anche oltre EXPO Osaka 2025 e tutti i soggetti interessati in questa fase di sviluppo sono certi che il progetto potrà essere presentato in tempi brevi e realizzato già nel 2024.

Marco Pesce
Coordinatore eventi internazionali in Agenzia di Sviluppo con 18 anni di esperienze vissute al fianco delle imprese abruzzesi ed una camera oscura come comfort zone.

Leggi anche