Carta di Fossacesia. Sostenibilita’ e comunita’ locale per un turismo di qualita’

[et_pb_de_mach_post_meta display_inline=”on” _builder_version=”4.17.3″ _module_preset=”default” meta_item_font=”Font testo|600|||||||” meta_item_font_size=”16px” global_colors_info=”{}”][et_pb_de_mach_post_meta_item label_name=”Postato il ” link_item=”off” post_date_custom=”d M Y ” _builder_version=”4.17.3″ _module_preset=”default” meta_item_font=”Font testo||||||||” global_colors_info=”{}”][/et_pb_de_mach_post_meta_item][/et_pb_de_mach_post_meta]

Il 26 e 27 giugno 2023, ventuno Camere di Commercio italiane facenti parte dell’associazione Mirabilia Network, focalizzata sulla valorizzazione dei siti e patrimoni UNESCO, si sono riunite nell’incantevole Abbazia di San Giovanni in Venere, a Fossacesia, per l’evento “Radici: Trabocchi, Transumanza e Sapori“. L’obiettivo principale è stato delineare una strategia comune su come la sostenibilità e la partecipazione delle comunità locali possano plasmare un turismo di qualità, offrendo esperienze autentiche e durature.

A conclusione dei lavori, il 27 giugno, la Camera di Commercio Chieti Pescara e l’Associazione Mirabilia Network hanno firmato la Carta di Fossacesia. Questo accordo mira a promuovere un tavolo di coordinamento nazionale sui temi della Pesca come patrimonio culturale, della Transumanza, del Turismo delle radici e della Cucina italiana.

I firmatari della Carta di Fossacesia riconoscono il ruolo chiave delle Camere di Commercio nell’animare il territorio, facilitando il dialogo tra le imprese e gli altri stakeholder per sviluppare progetti di filiera che integrino e valorizzino, anche in modalità innovative, l’offerta turistica locale. Un aspetto cruciale riguarda la valorizzazione dei siti UNESCO, supportata dalle iniziative del Network Mirabilia, che crea reti di connessione tra le imprese e le economie locali, favorendo incontri d’affari, iniziative di formazione, e animazione dei territori per aumentarne la riconoscibilità e l’attrattività.

In molte destinazioni turistiche, le comunità locali sono partner attivi nella creazione di esperienze autentiche. Attraverso la promozione di prodotti locali, l’artigianato locale e eventi culturali, le comunità prosperano economicamente senza compromettere la loro identità. Un esempio illuminante è Barcelona+Sustainable, una rete di oltre 1.900 organizzazioni che, attraverso l’impegno per la sostenibilità ambientale, sociale ed economica, sta costruendo una città responsabile. La dimensione sostenibile di Barcellona sta impegnando gli operatori a far sì che l’attività turistica debba essere responsabile e sostenibile, rispettando l’ambiente e contribuendo a migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti. Soprattutto ora che tutti parlano di sostenibilità, turismo lento, ambiente o turismo responsabile, gli operatori turistici di Barcellona non vogliono che siano solo parole vuote.

Camere di Commercio, Regioni, DMO, enti pubblici e la cittadinanza sono tutte invitate ad adottare i principi della Carta di Fossacesia. L’obiettivo è valorizzare le comunità locali attraverso un processo continuo “bottom-up”, raccogliendo e promuovendo esperienze già attive e con la realizzazione di nuove, animate dai principi della sostenibilità.

Investire nella sostenibilità e nell’empowerment delle comunità locali non è solo un’opportunità per il settore turistico, ma una necessità imperativa per costruire un futuro in cui il turismo sia un veicolo di arricchimento culturale ed economico per tutti. La Carta di Fossacesia rappresenta un passo concreto verso questo futuro, sostenuto dalla determinazione di chi crede che il turismo possa e debba essere una forza positiva per il nostro pianeta e le sue comunità.

Gianluca De Santis
Turismo, digitale, orientamento e sviluppo locale: questi gli ambiti attuali del mio lavoro ma spaziare è il mio hobby preferito. Maratoneta e giocatore di basket: l'altezza da play non l'ho mai vista come un limite ma un'opportunità.

Leggi anche